cose da mangiare a catania: la carne di cavallo

Cosa mangiare a Catania: 5 cose da non perdere

Posted on by Natasha Puglisi in No Comments

Quanta eterogeneità, nella cucina catanese: la risposta alla domanda “cosa mangiare a Catania” risulterebbe un elenco infinito di tipicità, che variano anche in base al periodo dell’anno.

Frutto di mescolanza di popoli – greci, romani, arabi, ebrei, normanni, spagnoli e altri ancora –, ognuno dei quali ha lasciato la propria impronta, portando modi di cucinare e ingredienti della propria tradizione, coinvolgendo in maniera trasversale le tavole, dalle popolari alle nobili. E proprio dagli ingredienti è forse più opportuno partire: raccontano la loro storia, che si intreccia a quella della città, e possono essere trovati facilmente nelle tante preparazioni tipiche catanesi.

Le melanzane: dalla pasta alla norma alla tavola calda

Tra gli ortaggi, la regina della cucina catanese è la melanzana. Il viaggio della melanzana è lungo, provenendo questa dall’Asia; i suoi importatori nel Meridione (e molto probabilmente in Sicilia come luogo d’approdo), gli arabi. Si guadagna il posto d’onore a tavola, passando innanzitutto per la padella: è fritta, infatti, che viene maggiormente impiegata (e apprezzata).

cosa mangiare a catania
Tortino di melanzane alla parmigiana

I piatti di cui è protagonista la melanzana fritta sono, innanzitutto, due: la pasta alla norma e la parmigiana, in entrambi i casi accompagnata da pomodoro e formaggio. A partire da questi, la norma la si può trovare in forma di pizza, così come spopolano gli arancini alla norma (tipicità più tipicità!). La parmigiana viene preparata in tantissimi modi: dalla preparazione base a tre ingredienti, a variazioni sul tema a cui si aggiungono uova, prosciutto, diversi tipi di formaggi, e diverse forme. Anche versioni light: con melanzane arrosto, anziché fritte.

Da mangiare a Catania: la carne di cavallo

Anche lo street food a Catania ha la sua peculiarità: non solo fatto di “coppi di pesce” e tavola calda (nelle sue tantissime forme: arancini, pizzette, cartocciate, cipolline e così via), ma anche di cibi ben più sostanziosi. Tra tutti, la carne di cavallo. Inizialmente considerato un prodotto popolare, di appannaggio dei ceti più bassi, l’anima di questo ingrediente resta popolare ma conquista anche i ristoranti del centro città.

cose da mangiare a catania: la carne di cavallo
Rolls di carne di cavallo ripieni

È la protagonista indiscussa dell’ “arrusti e mancia”, ovvero di quelle carni cotte alla brace e da mangiare ancora calde. Dalla più tipica polpetta alla fetta di carne arrosto, agli involtini, persino la salsiccia: ci sono tantissimi modi per consumare carne di cavallo, accompagnata da un’abbondante spennellata di una mistura di olio, sale, aceto e origano, e messa dentro a un panino.

Dal vulcano alla tavola: il pistacchio

L’oro verde dell’Etna: è il pistacchio di Bronte, diffidate dalle imitazioni. Anche questo importato dagli arabi, che lo innestano in suolo etneo e ideano un modo di coltivarlo che si tramanda pressoché identico da secoli, diventa ingrediente versatile, impiegato in preparazioni sia dolci che salate.

mangiare a catania pesto di pistacchio
Gnocchi con pesto di pistacchio e gelato alla ricotta

Da mangiare assolutamente a Catania è sicuramente un buon gelato al pistacchio, o una granita (più facile da trovare in primavera/estate). Ma il pistacchio conquista anche gli arancini, la tavola calda in genere, compare come condimento di primi (il saporitissimo pesto, ma non solo) o come panatura nei secondi. E, infine, un posto d’onore tra i dessert: in crema, granella, aromi, intero.

Come riconoscere il pistacchio etneo? Dal colore, un verde cupo, non brillante, e dal sapore, unico al mondo per le caratteristiche del suolo in cui cresce.

Tipicità catanesi: le sarde

Con le sarde, una manciata di pan grattato e poco altro, potreste allestire un intero pranzo qui in città. Sarde, ma anche alici, masculini, e pesce in genere, sono un caposaldo della cucina catanese, e non avrebbe potuto essere altrimenti per una città sorta a ridosso del mare. Una curiosità: la pescheria, meta tanto di cittadini quanto di turisti, è un’eredità lasciata dalla comunità ebraica, presente in città fino al 1492.

cosa mangiare a catania
Polpettine di alici con cipolla in agrodolce

Un antipasto potrebbe essere fatto da alici o sarde marinate, o fritte in pastella e servite insieme a calamari, gamberetti, moscardini: è facile trovare posti che servono il fritto di pesce in base al pescato della giornata. Il primo, invece, rigorosamente pasta con le sarde: un piatto dai mille profumi, dal pesce al finocchietto, ai pinoli. E, per finire, sarde a beccafico: una ricetta presa in prestito dalle tavole dei ricchi, dove il beccafico è un volatile pregiato servito farcito. Il “popolo basso” se ne appropria e sostituisce la selvaggina con le più economiche sarde: e il risultato è anche migliore dell’originale!

Dal dolce al salato: la ricotta

E infine, la ricotta. Se da un lato Catania ha il mare, dall’altro ha distese di campagne, colline, montagne, luoghi a vocazione non solo agricola ma anche pastorale. E da questo entroterra arrivano i sapori forti dei formaggi, e tra tutti la ricotta.

Croccante con ricotta e fragole

Fresca, infornata, salata: tanti modi per conservare e consumare questo prodotto, che accompagna le ricette tanto dolci quanto salate della città. Non si potrebbe gustare una vera norma senza una spolverata di ricotta, così come non esisterebbero i dolci più tipici di Catania senza ricotta fresca e dolce: dai cannoli alle minne di Sant’Agata, le cassatelle glassate da trovare in ogni bar.

Dove mangiare a Catania: il Sale

Catania offre tantissime esperienze anche dal punto di vista gastronomico, e spesso per mangiare le sue delizie non vi serve molto più che un tovagliolo per prendere il vostro cibo e mangiarlo strada facendo.

promozione ristorante catania il sale

Se invece voleste godervi un momento di relax e avere un assaggio di tutte queste bontà, il Sale Ristorante – Pizzeria è il posto che fa per voi. Se è vero che la cucina catanese è fatta sia di piatti ma anche di ingredienti tipici, è proprio su questi che abbiamo fondato la nostra idea di cucina: debitrice della tradizione, ma anche aperta a nuove interpretazioni dei piatti tipici, per sapori che siano noti e sorprendenti al tempo stesso.

Consulta il menù e vieni a trovarci: ci trovi in via Santa Filomena 10, in quello che è ormai il conclamato distric food di Catania.

Prenota subito il tuo tavolo cliccando sul bottone in basso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *